Neuropsicologia

La neuropsicologia è la disciplina che studia il funzionamento dei processi cognitivi e comportamentali, mettendoli in correlazione con i substrati anatomici e funzionali del cervello. In sostanza cerca di legare le funzioni superiori, come la mente, la memoria e la capacità logica, ad elementi cerebrali ben definiti. La neuropsicologia clinica, invece, consiste nell’applicare queste conoscenze per riabilitare i Pazienti con disturbi di queste funzioni. Molte malattie neurodegenerative, come la M. di Alzheimer, il Parkinson e così via, determinano proprio alterazioni di questo tipo. I danni cerebrali possono comunque essere secondari ad altri processi, come lesioni di tipo vascolare (ictus ischemico o emorragico), traumi, lesioni infiammatorie o demielinizzanti (sclerosi multipla) e neoplasie (raccolte sotto il termine comune di “tumori cerebrali”). è l’applicazione di queste conoscenze alla diagnosi e riabilitazione dei pazienti con deficit cognitivi successivi a malattie degenerative (es: Alzheimer, Parkinson, Demenza Fronto-temporale), danni cerebrali di tipo vascolare (es: ictus) o traumatico (es: trauma cranico) o tumori cerebrali.

Diagnosi e Valutazione Cognitiva

Lo screening neuropsicologico utilizza degli strumenti standardizzati, detti psicodiagnostici, che misurano in modo obiettivo le funzioni cognitive superiori di una persona – come ad esempio la memoria, la percezione, la capacità di attenzione, le funzioni visuo-spaziali e così via. Sulla base di questi risultati, e sulla loro interpretazione alla luce del quadro clinico e dei disturbi lamentati, si arriva ad una diagnosi definita – elemento indispensabile per poter iniziare una terapia.

In alcuni casi la valutazione neuropsicologica può avere fini medico-legali: questo tipo di valutazione può essere richiesta dalle commissioni mediche, come nel caso di una richiesta di accompagnamento (Legge 104/92), porto d’armi o idoneità alla guida.

Riabilitazione Cognitiva

La Riabilitazione Neuropsicologica è un percorso riabilitativo e terapeutico personalizzato, condotto dal neuropsicologo, che ha lo scopo di mantenere e potenziare le capacità cognitive residue di un soggetto. Questa avviene tramite interventi di stimolazione cognitiva, che mirano al mantenimento delle funzioni (memoria, capacità di attenzione, orientamento) in soggetti con malattie degenerative e demenze (come nella Malattia di Alzheimer), stimolando in modo diffuso e globale le capacità residue.
Nel caso di training cognitivo, invece, si mira al miglioramento e al potenziamento dei processi cognitivi, andando ad esercitare – con un vero e proprio programma di allenamento – ciascuna funzione. Questo training può essere eseguito anche su soggetti sani, e che magari desiderano migliorare le proprie prestazioni.

Per Appuntamenti

Per effettuare una prima valutazione neuropsicologica, è possibile contattare i nostri specialisti Neurologi, Neuropsicologi e Psicologi – aderenti al progetto Voxelmind – per fissare un appuntamento presso gli studi di Pisa.

Telefono: 050 791 73 87

TAGS: # neuropsicologia pisa # neuropsicologa # neuropsicologia cognitiva # borghetti pisa